Mbt Germany

Quando interessato il SNC, la terapia iniziale deve anche comprendere corticosteroidi (prednisone 1 mg/kg/die PO per 6 8 sett., poi gradualmente ridotto). La terapia deve essere continuata finch non scompaiono tutti i segni di meningite e non sono negative le colture su due successive punture lombari eseguite almeno a 1 sett. Di distanza lna dallltra.

Inizio la caccia al tesoro percorrendo la pseudo pista ciclabile all’interno del lido. Le poche bici sono ancorate ai pali della luce, altri bagnanti le tengono appoggiate agli alberi o alle panchine, altri ancora sulla ghiaietta accanto al telo e all’ombrellone. Il lido è piacevole, con il prato, l’ombra dei pini e delle tamerici, i chioschetti (c’è anche il sushi bar)..

Ma gli americani avevano eletto l a hub logistico non la Germania, gli eventuali rinforzi, posto che facessero a tempo ad arrivare, sarebbero sbarcati direttamente in Inghilterra e poi traghettati in Francia per attestarsi sul Reno, sulla riva sinistra casomai le cose stessero andando malissimo, sulla riva destra se le cose non stessero andando poi così male. Il Mare del Nord era offlimits per tutti, e, in fondo, a cosa serviva mantenere navi in quella zona ? Agli americani premeva mantenere libere le rotte atlantiche con lo sbarramento del giukNon sono d I primi rinforzi USA erano destinati ad arrivare direttamente sul suolo continentale, perché farli arrivare prima in Gran Bretagna e poi trasferirli sul continente avrebbe comportato un perdita di tempo e il tempo all del conflitto era il fattore più importante. Bremerhaven e Wilhelmshaven erano i porti destinati ad accogliere le prime navi americane.

Sul piano clinico ne deriva che la rottura di un modulo dà luogo ad effetti e prevedibili, dovuti all delle computazioni che esso svolge. Tuttavia è possibile ipotizzare architetture alternative, ad esempio di tipo connessionista (Siedenberg e McClellend 1989), in cui l viene distribuita ed elaborata all di una rete interconnessa, anziché da moduli specializzati. stato dimostrato che, lesionando sperimentalmente queste reti neurali, erano riprodotti dei pattern di deficit molto simili ai caratteristici quadri descritti nella letteratura neuropsicologica (Patterson Seidenberg e McClelland 1989; Hinton e Shallice 1991; Hinton, Plaut e Shallice 1993), a dimostrazione che anche distribuendo il carico di processazione su una rete, anziché su componenti specializzate, si possono ottenere quadri molto specifici di dissociazioni funzionali..

Lascia un commento